© 2011 Benessere.me

Con le alghe addio macchie sulla pelle!

Postato il 24 maggio 2014 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

alghe

Usate per via orale o come cosmetici, le alette attivano il collagene, riparano le imperfezioni e preparano anche la pelle al sole della prossima estate… 

Siamo nel periodo ideale per restituire tonicità alla pelle del viso e del corpo, ma è anche un buon momento per cominciare a proteggere la cute dall’interno e a corazzarla contro le prime ma non meno dannose radiazioni solari. Tra i più nuovi antiage naturali le alghe sono le alleate migliori per una cura antinvecchiamento da seguire almeno per due mesi, per contrastare l’azione dei radicali liberi che sarà peggiorata dal grande caldo. Le alghe sono tra i vegetali più ricchi di minerali e, poiché spesso quelle vendute nei negozi specializzati in alimentazione e cosmesi naturale provengono dagli oceani o da laghi di acqua dolce, ci sono meno probabilità che siano state contaminate dagli agenti inquinanti. Le alghe da usare come integratori e cosmetici devono essere preventivamente ridotte in polvere tramite un processo che si chiama micronizzazione, che fra l’altro ne rende meglio assorbibili i principi attivi.

 

I vantaggi di assumerle in capsule

Le alghe sono una miniera di aminoacidi ad azione ristrutturante sugli strati profondi del derma e sul collagene, e di oligoelementi, che migliorano gli scambi intracellulari favorendo la ristrutturazione dei tessuti. I derivati alimentari delle alghe, sia di acqua di mare che d’acqua dolce, sono in grado di coprire quasi tutti i fabbisogni nutrizionali dell’organismo, perché forniscono un ampio spettro di vitamine (A, del gruppo B e C) e sono ricche di iodio, potassio e ferro, che stimolano la tiroide e poi, a cascata, tutti gli organi vitali, e in particolare:

- il cuore e il circolo, favorendo una più capillare irrorazione sanguigna degli strati epidermici;

- i polmoni, migliorando l’ossigenazione dei tessuti ringiovanendoli e stimolando la rigenerazione del collagene;

- i reni, potenziando la diuresi e l’espulsione delle scorie e dei radicali liberi.

Scegli l’alga che fa per te

La base di questi trattamenti antiage prevede l’assunzione giornaliera, per almeno 2 mesi, di un integratore a base di alghe che stimolano il rinnovamento cellulare dall’interno. Per un’azione d’urto, potrai usare le alghe anche a tavola per arricchire di sapore i tuoi piatti: aggiungile in polvere a insalate, contorni e zuppe e dopo 15 giorni la pelle sarà già più tesa e luminosa.

Scopri l’alga che fa per te in base all’obiettivo che vuoi raggiungere. Le alghe si prendono alla mattina (una compressa con un bicchiere d’acqua) e un’altra compressa prima di pranzo.

Giù di tono? Prova Kelp

Se a maggio ti vedi stanca e appesantita, prendi per 2 mesi 2 capsule al giorno di alga Kelp:

dà energia, donando compattezza alla pelle spenta. In primavera la pelle è grigia e asfittica?

Affidati alla Clorella, una microalga ricca di sali minerali (ferro, rame), clorofilla e carotenoidi che

rinnovano il derma e migliorano la peristalsi. Oltre alla pelle, anche i capelli hanno perduto

vitalità? Ci vuole la Klamath, un’alga che cresce nell’omonimo lago dell’Oregon e che grazie

al suo elevato contenuto di oligoelementi rigenera il collagene e la cheratina.

 

Ami abbronzarti ma hai la pelle delicata? Usa Dunadiella

Ti piace stare al sole ma la tua cute, una volta abbronzata, si disidrata, si riempie di rughe e diventa gialla? La tua alleata è la Dunaliella, un’alga unicellulare verde-azzurra che cresce nel Mar Morto e nei laghi salati dell’Australia, ricchissima di betacarotene, un potente antiossidante che previene il fotoinvecchiamento.

Precauzioni

Data la loro decisa azione stimolante, le alghe non vanno assunte per più di due mesi. Sospendi la cura per 30 giorni e poi potrai riprenderla.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BellezzaBenessere, Erbe e Fitoterapia, Integratori e SOS Salute su Riza.it.

Obiettivo Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>