© 2011 Benessere.me

Eccellenze: il Centro Trapianti di fegato delle Molinette lo è per l’Italia

Postato il 20 gennaio 2012 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Il Centro Trapianti di fegato delle Molinette, un’eccellenza per il Piemonte e l’Italia

Con 137 interventi solo nell’ultimo anno e ben 2.282 in totale dal 1990, il Centro Trapianti di fegato delle Molinette di Torino detiene il primato come numero più alto di operazioni per un ospedale italiano.

Il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, ha espresso tutto il suo apprezzamento per questo risultato, dichiarando che il Centro “è un’eccellenza dell’Italia che va difesa in ogni modo, valorizzata e inserita al meglio in un piano sanitario regionale e nazionale”.
La dichiarazione è stata fatta dal Presidente durante la visita compiuta il 18 gennaio all’ospedale di Torino. In questa occasione Cota ha incontrato i genitori di Joshua un bambino peruviano di sette mesi sottoposto a trapianto la notte dell’Epifania. La famiglia non proveniva direttamente dal Perù, ma risiede da dieci anni a Galliate (Novara).

A permettere di continuare a vivere è stata la donazione del fegato di una donna di 32 anni di Brescia morta per emorragia cerebrale. Questo atto di amore ha permesso di salvare la vita del bimbo che ora è in ottime condizioni.  I medici ritengono che potrà tornare a casa entro una settimana.
«Questo intervento, come gli altri eseguiti nel Centro dimostra cosa vuol dire promuovere un centro di eccellenza – ha commentato Roberto Cota – Per questo voglio far sentire ai suoi operatori la vicinanza del governo piemontese, che da tempo sta lavorando con convinzione a un piano di razionalizzazione e sviluppo dell’intero comparto. Stiamo lavorando intensamente al piano sanitario preparato dall’assessore Paolo Monferino, parlandone ogni giorno. E comunque una cosa è certa: più approfondisco i temi della sanità e dell’assessorato, più le cose vanno meglio. E’ una materia da seguire in ogni suo aspetto».

Oltre alla dichiarazione d’intenti, il presidente Cota, ha accolto la proposta del dottor Mauro Salizzoni, direttore del Centro, che si propone di comunicare ai degenti che usufruiscono di strutture ospedaliere pubbliche il costo economico delle prestazioni, a partire dagli interventi chirurgici. In questo modo ci si può assicurare che vi sia la massima consapevolezza del valore della sanità pubblica e dell’importanza di difenderla per permettere a tutti, e non solo alle persone più abbienti, di vedersi curare e, in molti casi, salvare la vita.
«In questo modo forse si capirebbe meglio la necessità di salvaguardare la sanità pubblica e le sue eccellenze e di lottare in ogni modo contro gli sprechi».
[lm&sdp]

Source: Ufficio Stampa Regione Piemonte

Continua a leggere su: lastampa.it – Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>