© 2011 Benessere.me

Estate: psichiatra, montagna e tanto verde per la migliore vacanza relax

Postato il 12 agosto 2011 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Roma, 12 ago. – (Adnkronos) – La montagna e il verde incontaminato: uno studio condotto dai ricercatori del Finnish Forest Research Institute di Metla, in Finlandia, descrive così i luoghi in cui il corpo e la mente possono ritrovare il proprio equilibrio e la propria tranquillità. La meta ideale, insomma, per una vacanza in relax. Del tutto in sintonia con questa tesi è lo psichiatra Stefano Pallanti, direttore dell’Istituto di neuroscienze dell’università di Firenze. “Ognuno di noi cerca un paradiso dove potersi rilassare. E ricordare che la parola paradiso rimanda al giardino ci può aiutare a capire meglio perché si tende a prediligere il verde”, dichiara Pallanti all’Adnkronos Salute. “Stare all’aria aperta, in luoghi ameni dove i nostri ritmi seguono quelli naturali – sottolinea l’esperto – aiuta l’organismo a funzionare meglio, favorendo il relax. Dunque l’alba, il tramonto, la natura” si trasformano in visioni toccasana. I muscoli si distendono, lo stress scompare e la felicità avanza. “Come accade nello Scintoismo – ricorda Pallanti – tutti i fenomeni e gli oggetti naturali di dimensioni particolare, quali gli alberi maestosi, diventano riferimento di una contemplazione profonda”. Quindi la ‘ricetta’ è “mettersi di fronte alla natura in modo diverso, diretto, per ritrovare il proprio modo di sentire e percepire”.In ferie si cercano situazioni che concilino con il mondo per cancellare lo stress quotidiano, e da qui lo smacco della montagna al mare.
“La storia della vacanza marina è antica – spiega Pallanti – e nasce nell’Ottocento per una questione salutare, per salvarsi cioè dall’inquinamento invernale. Poi è diventata la pausa d’agosto”, ma il mare ‘moderno’ non è esattamente sinonimo di relax. Citando Baudelaire, lo psichiatra osserva infatti che “l’uomo libero amerà sempre il mare. Ma certamente – riflette – non quello di oggi, difficilmente apprezzabile tra gli ombrelloni. E’ dunque un altro il mare che evoca libertà”.Se è vero che per trascorrere vacanze felici la metà gioca la sua parte, conviene comunque ricordare anche il parere di Raffaele Felaco, presidente dell’Ordine degli psicologi di Napoli: “Le persone, quando hanno la possibilità di amministrare il proprio tempo e quindi le proprie vacanze, scelgono di stare con il gruppo sociale di appartenenza che più le aggrada, ed in base a questo scelgono la meta per le ferie”, dichiara l’esperto all’Adnkronos Salute. “Il posto ideale dove trascorrere le vacanze – assicura lo psicologo – è quello che il singolo individuo sceglie in base al proprio umore e in base alle persone che preferisce incontrare”. Non necessariamente verde o montagna, insomma, quanto piuttosto un “comportamento sociale di aggregazione, da sempre bisogno primario di tutti gli uomini”, conclude Felaco.

Continua a leggere su: Adnkronos – Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>