© 2011 Benessere.me

Giovani diabetici, poco sonno = brutti comportamenti

Postato il 3 gennaio 2012 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Diabete e scarso sonno non vanno d’accordo

Scarso rendimento scolastico e disturbi del comportamento, ecco ciò che pare accada ai giovani – bambini e ragazzi – affetti da diabete e che non dormono bene, o a sufficienza, la notte.

Il diabete giovanile non è di certo semplice da gestire; in più si aggiungono diverse complicazioni legate alla mancanza di sonno e problemi di respirazione – che a lungo andare possono sfasare il controllo degli zuccheri nel sangue. E questo, ahimè, avviene nonostante un diabetico faccia di tutto per seguire le linee guida designate per questo genere di patologie.
Secondo la dottoressa Michelle Perfect, ricercatrice principale dello studio in questione, «Nonostante vengano seguite  tutte le raccomandazioni per mantenere una buona salute nel diabetico, i giovani ragazzi con diabete di tipo 1 hanno difficoltà a mantenere il controllo dei loro zuccheri nel sangue».

L’idea che vi sia una correlazione tra diabete, sonno e comportamento è nata dopo aver monitorato lo stato di salute e del sonno di oltre 50 diabetici di tipo 1, di età compresa fra i 10 e i 16 anni. Per escludere eventuali interferenze ed essere certi di acquisire risultati significativi, durante lo studio sono stati anche confrontati i risultati ottenuti con i dati rilevati da un gruppo simile.
Da tutto ciò è emerso che i giovani diabetici che avevano trascorso una maggior quantità di tempo dormendo poche ore a notte, o avendo il sonno molto leggero, mostravano un rendimento scolastico molto basso, in concomitanza alla presenza di livelli particolarmente alti di zuccheri nel sangue.
«I problemi del sonno sono stati associati a risultati inferiori e scarse prestazioni nei test standardizzati, a una scarsa qualità della vita e anomalie nel comportamento durante il giorno – sottolinea Perfect – Il sonno è un comportamento potenzialmente modificabile per la salute, per cui questi ragazzi potrebbero essere aiutati da un professionista qualificato che li aiuti a ottenere un sonno migliore durante la notte».

Lo studio, che verrà pubblicato nel numero di gennaio della rivista Sleep, mette in evidenza, ancora una volta, quanto il sonno possa essere molto importante per il mantenimento della salute. Ancor di più se si tratta di pazienti che già soffrono di alcune patologie, siano esse più o meno gravi. Allo stesso modo, numerosi studi e scienziati hanno ribadito come sia importante che i giovani e i bambini dormano le giuste ore di sonno. In linea generale, poi, è risaputo come dormire bene e in modo adeguato aiuti a star meglio e ad affrontare nel migliore dei modi la giornata.
[lm&sdp]

Foto: ©photoxpress.com/Chinatiger

Continua a leggere su: lastampa.it – Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>