© 2011 Benessere.me

Mortalità al seno dimezzata grazie alla mammografia

Postato il 17 ottobre 2011 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Sanihelp.it – La mammografia si rivela una carta vincente nella lotta contro il tumore al seno, può infatti ridurre la mortalità del 45%. Il professor Francesco Cognetti, direttore dell’Oncologia Medica del Regina Elena di Roma, in occasione del Convegno International Meeting on new drugs in breast cancer, di cui è presidente, spiega: «Non possiamo più permettere che la malattia ci colga di sorpresa. Grazie alla diagnosi precoce e alle terapie target in Italia vivono oltre 520.000 persone che hanno avuto un tumore del seno. Un enorme successo che deve indurci a incentivare ancor più la prevenzione primaria e secondaria, su cui esistono ampi margini di miglioramento. È necessario, ad esempio, rinnovare i criteri finora utilizzati per lo screening che dovrà essere su misura: familiarità o condizioni genetico-ereditarie, mammella densa, terapia ormonale sostitutiva, precedenti condizioni patologiche del seno predisponenti al cancro e presenza di impianti protesici, sono elementi da considerare per dividere le donne in tre categorie di rischio (normale, medio e alto).

Le stesse condizioni potranno orientare per una diversa modulazione sia dello strumento diagnostico da utilizzare (mammografia, ecografia, risonanza magnetica) che per un diverso timing degli esami. Quindi non più la mammografia ogni due anni a tutte le donne, ma una personalizzazione dei controlli sulla base del rischio individuale di ciascuna».

Continua a leggere su: Sanihelp.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>