© 2011 Benessere.me

Ricerca: anziani imparano da errori, cervello memorizza meglio con sbagli

Postato il 26 agosto 2011 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Roma, 25 ago. (Adnkronos Salute) – Si può imparare a tutte le età. Ma non con le stesse tecniche. Per gli anziani, infatti, sono gli sbagli la chiave per memorizzare meglio le informazioni. E un metodo basato su prova/errore garantisce migliori risultati, proprio al contrario di quanto accade nei giovani il cui cervello predilige forme di apprendimento ‘passivo’, con risposte corrette alle questioni proposte, fornite allo studente . Lo dimostra uno studio canadese, guidato da Andrée-Ann Cyr del Rotman Research Institute di Toronto.
“Il nostro studio – spiega Andrée-Ann Cyr – mostra come, negli anziani che studiano materie molto concettuali, la possibilità di stabilire una relazione significativa tra i loro errori e l’informazione corretta permetta di ricordare. Così i ‘passi falsi’ giocano un ruolo fondamentale nella loro modalità di apprendimento”.
Le indicazioni della ricerca, pubblicata su ‘Psychology and Aging’, saranno utili per adeguare i metodi di insegnamento all’età, anche nel caso di anziani ancora al lavoro e che hanno necessità di aggiornarsi.

Continua a leggere su: Adnkronos – Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>