© 2011 Benessere.me

Salute: stress del pendolare, per lei 4 volte piu’ pesante

Postato il 23 agosto 2011 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Roma, 23 ago. (Adnkronos Salute) – Lunghe file in attesa del treno o dell’autobus. In spazi affollati e spesso in condizioni igieniche precarie, che mettono a dura prova la pazienza e la vita dei pendolari. Ma a pagarne le maggiori conseguenze è la salute mentale delle donne. L’impatto psicologico, hanno calcolato i ricercatori, è 4 volte superiore che per gli uomini. Mentre i maschi perdono ‘solo’ più tempo, il gentil sesso rischia di perdere la salute. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Sheffield (Gran Bretagna), pubblicato sul ‘Journal of Health Economics’. Secondo Jennifer Roberts, autrice della ricerca, “è accertato che le donne, specialmente quelle con figli, hanno maggiori probabilità di aggiungere altre commissioni quotidiane ai loro spostamenti lavorativi. Ad esempio la spesa, o accompagnare i figli. Queste responsabilità extra rispetto agli uomini le rendono più sensibili allo stress del ‘pendolarismo’”.
Secondo l’Office for National Statistics inglese, il cittadino britannico in medio impiega per raggiungere il posto di lavoro 54 minuti al giorno. E al di là dell’impatto sulla salute, il team di ricerca ha anche ipotizzato che il costo materiale del pendolarismo sia diverso tra i sessi. Le donne, infatti, guadagnano all’ora in media meno dei colleghi uomini. Gli autori hanno analizzato i dati raccolti tra il 1991 e il 2004 attraverso l’annuale sondaggio Household Panel Survey, condotto sulle famiglie inglesi per raccogliere informazioni sul lavoro, su fattori sociali ed economici e sulle condizioni di benessere e salute.

Continua a leggere su: Adnkronos – Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>