© 2011 Benessere.me

Un corpo perfetto con la liposuzione radiofrequenza assistita

Postato il 1 dicembre 2013 Autore in Benessere | Nessun Commento per ora

Diete ipocaloriche, massaggi, allenamenti in palestra, sedute interminabili dall’estetista, trattamenti di medicina estetica, mesoterapia, cavitazione, laser, radiofrequenza, liposcultura. Si è disposti a fare davvero di tutto  per avere una silhouette impeccabile e invidiabile. Una soluzione può essere la liposuzione radiofrequenza assistita. Questa tecnica riesce infatti a combinare i vantaggi della classica liposuzione con i benefici della radiofrequenza. Oggi siamo stati al Poliambulatorio Zaccaria di Milano e abbiamo approfondito insieme al Direttore Sanitario Dott Pierluigi Capitanio, tutti i vantaggi di questa  apparecchiatura e come avviene l’operazione. Con il nuovo metodo, la radiofrequenza non solo scioglie e asporta il grasso in eccesso, così come avveniva con la tradizionale liposuzione, ma rende possibile anche la retrazione dei tessuti, eliminando l’inestetico rilassamento della pelle. Le zone cellulitiche risultano rimosse e rimodellate, la pelle ritrova il naturale ricompattamento, mentre cosce, ginocchia e addome perdono centimetri in circonferenza. In questo modo, anche donne un po’ avanti negli gli anni con problemi di rilassamento cutaneo potranno recuperare parte della bellezza perduta.

SOFT- LIPOMODEL

La radiofrequenza, utilizzata nel suo centro, SOFT- LIPOMODEL, è consigliata in tutti i casi di lassità cutanea o scarsa retrazione cutanea. Il risultato è un contorno ridisegnato, con compattamento e tonificazione della pelle, grazie alla radiofrequenza

COME FUNZIONA

È  una nuova tecnica di microliposuzione di accumuli adiposi localizzati,  tramite l’ausilio di una apparecchiatura , che permette l’infusione della soluzione di Klein e successiva rottura della membrana adipocitaria , ed infine aspirazione ed asportazione del grasso liquefatto. All’incirca vengono aspirati 600 cc in 90 minuti circa d’intervento.
La microlipoaspirazione è un nuovo approccio chirurgico , non invasivo ,in anestesia locale, che permette l’aspirazione del grasso localizzato in diverse zone del corpo previa liquefazione e successiva adesione dei tessuti cutanei sovrastanti.  Il campo elettrico ad alta frequenza determina:un effetto termico  che rende solubile l’adiposità localizzata,  la rottura della membrana adipocitaria con successiva formazione di emulsione grassosa  e l’ aumento della lipolisi.
Tutto ciò induce una lipolisi sia nella zona trattata sia nel tessuto adiposo non direttamente trattato. L’effetto termico prodotto sui tessuti profondi alla applicazione elettrica determina una retrazione del tessuto sottocutaneo il quale aderisce alle strutture sottostanti evitando così depressioni cutanee.

COSA SAPERE E FARE PRIMA DELL’INTERVENTO

È importante fare un’accurata anamnesi, con selezione dei pazienti e scartando quelli con patologie sistemiche affette da insufficienza venosa profonda , donne in gravidanza, portatori di pace maker. Prescrizione degli esami ematochimici + Ecg ed Rx Torace . Misurazione della pressione con controllo dell’assunzione dei farmaci in corso. Inoltre si raccomanda l’astensione dal fumo e la sospensione della pillola. Si prescrivono farmaci da assumere prima e dopo l’intervento.

COME AVVIENE L’OPERAZIONE

  1. Si procede a disegnare bilateralmente l’area da trattare con una matita dermografica tracciando sia le curve isometriche che la direzione dei tunnels di riferimento che dovranno seguire due o tre direzioni fra di loro perpendicolari così da ottenere un effetto a graticcio o “criss cross” per evitare le depressioni cutanee.
  2. Si procede ,mediante l’uso di un punzone , a perforare la cute per potere introdurre l’ago cannula inserita prima nel manipolo.
  3. Si introduce l’ago cannula e tramite l’attivazione della pompa di infusione peristaltica si inizia ad infondere la soluzione di Klein. Si attende 10 minuti e poi si attiva l’emissione di corrente da distribuire nella zona precedentemente anestetizzata.
  4. La emissione di corrente , ci permette di ottenere la liquefazione del grasso. A questo punto si può iniziare ad aspirare attivando la pompa d’aspirazione con dei movimenti dolci ma continui di va e vieni nella massa adiposa seguendo due o tre assi di trattamento sino ad arrivare al risultato prefissato.
  5. Per ultimo si tratta la parte più superficiale della zona. Seguirà un massaggio energetico per far uscire dai fori d’ingresso il residuo di liquido di infusione. Si procede a mettere nei fori d’ingresso una crema antibiotica sopra un po’ di garza e poi s’applica il Tensoplast e si invita la paziente a mettere una guaina.
  6. Si prescrive una terapia antibiotica ed antiinfiammatoria  per 5-6 gg. Dopo 5 giorni si provvede a rimuovere la medicazione si guarda bene se i fori d’ingresso sono chiusi se non c’è tumefazione sospetta o sieroma. Si prescrive una crema antiedema e si consiglia di portare i collant graduati o la guaina per 30 gg.

I VANTAGGI

Il trattamento  avviene in sedute mininvasive di day surgery da 1 a 3 ore. La procedura è a rapido recupero, senza necessità di ricovero. Grazie a questa tecnologia di radiofrequenza, è spesso possibile evitare l’addominoplastica, che comporta cicatrici, più o meno lunghe, a favore di una tecnica di chirurgia estetica mininvasiva. I risultati possono essere visibili immediatamente anche se migliorano con il passare del tempo. Si ottengono risultati completi dopo 6/12 settimane.

Silvia Trevaini

Videonews

Obiettivo Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>